Pensiero numero novantotto

Sarebbe bello sapere cosa ci si aspetta dall’estate che sta per arrivare. Proprio l’estate 2016…
Come al solito non mancheranno i tormentoni musicali, oppure quelli televisivi.
Ci potrebbe magari essere una inversione di tendenza da parte dei servizi radiotelevisivi, che potrebbero cercare qualcosa di meglio che la classica serie tv denominata “La nostra amica” e via dicendo, a seconda dell’animale di turno.
E’ vero che durante l’estate gli investimenti sono ridotti al minimo. E che comunque dei contenuti, chi più chi meno, vengono forniti.
Solo una cosa: non si scada nella ripetizione degli altri anni. Se esistono dei creativi che stanno studiando per la prossima stagione estiva, un pizzico di differenziazione e di interazione tipo radiofonica ci potrebbe stare.