Pensiero numero trentatre

Premio Nobel per la Pace al Quartetto tunisino

Si può pensare, in questo caso, che quattro organizzazioni possano essere troppe quali destinatarie di un premio unico?
Sotto un certo aspetto si, visto che naturalmente il premio verrà quadruplicato e destinato alle singole associazioni di cui è composto in quartetto.
Sotto un certo aspetto no, perché premiare una sola delle associazioni avrebbe scontentato le altre e avrebbe fatto pensare che non vale la pena di darsi da fare per poi sentirsi dire grazie solamente in un futuro della memoria.
Di certo la pace non la combatte per avere in Nobel in contraccambio. Ma è più un si che un no la troppezza di soggetti destinatari del Nobel.
Si spera perlomeno che il premio sia diviso in quattro e non quadruplicato…

Photo © www.fiscooggi.it

Pensiero numero trentuno

Nuovo testo sulle unioni civili, nuove polemiche

Anche su questo particolare della legislatura il Premier Renzi sembra stare facendo centro. Ma non nel senso che sta creando un centro in Parlamento. Renzi sta vincendo anche sotto questo aspetto.
Di certo non può questa che essere una bomba ad orologeria doppia. Nel senso che da una parte farà scoppiare l’indignazione delle gerarchie ecclesiastiche del paese, soprattutto adesso che si sta parlando di famiglia nel Sinodo. Dall’altra parte ci sarà parimenti una riserva elettorale, cioè una bomba di voti che potrebbe scoppiare in qualsiasi momento e porterebbe Renzi a primeggiare nuovamente, anche se adesso con un vero riconoscimento popolare.
Ecco perché Renzi sta facendo centro. E soprattutto con il minimo dello sforzo, visto che la maggioranza portatrice di una eventuale adozione del testo è molto variegata e difficilmente si potrebbe vivere di un pastrocchio simile di aree del Parlamento.
Comunque un “grazie” a Renzi bisogna pur dirglielo, altrimenti si pecca di ingratitudine e di tutto di dovuto.

Photo © www.comune.genova.it